Appena hai letto 'lady vitriol' hai pensato che in questo spazio avresti potuto trovare una strega che trascorre il suo tempo 'qui' a qualche metro da terra? Avevi ragione!

Sono qui per Noi, ovviamente cerco me stessa, ma attraverso te mi rifletterò, al punto di riconoscere sempre più chiaramente la mia non sembianza. Vedo quello che non siamo, semplicemente perché mi concentro su quello che non diciamo, ora grazie alle stelle riesco a scorgere una serie di intrusi che ci mettono a tacere, ma ho amato così tanto il mio bavaglio che sono quasi irriconoscibile.

Vedo te, e quindi vedo me, anzi, vedo tante me, che furono, tante me che stavano per nascere, e ancora tante me che forse non saranno mai.

Il punto è che sono qui per osservarmi da dentro, pur essendo un testimone che si allontana, al punto da vedermi da fuori, fuori da me, ma addirittura nel tuo volto.

È tempo di ripulire gli specchi, e non ci sono molte strade per farlo, è tutto dentro noi, ma Noi essendo una cosa sola, posso scegliere tanti personaggi per il mio personale film.

Se sei qui significa che hai già ottenuto un ruolo, anche se ne vuoi interpretare troppi, troppi non te.

Riesco a sentire la notte che si avvicina, una notte senza neanche una stella, le stelle che finora mi hanno guidata con pazienza, ora non ci saranno più, devo andare da sola, piena di luce ma senza luci, ancora non si è fatto neanche tramonto, ma quella che sento arrivare, sembra essere la notte più buia delle notti.

Sarò sola, ma ci sarai anche tu, da solo, e se non ne avessi avuto bisogno saresti già in alto; ora andiamo, avviciniamoci ad occhi chiusi, ad occhio aperto.

Fa molto freddo, e non so nemmeno quanto durerà questo cammino dove so che ci sei anche tu, non so nemmeno se cammineremo per un solo istante insieme, ma non importa, ricordiamoci che siamo uniti da sempre.

Non possiamo ricordarlo ora con precisione, ma lo sappiamo, lo sappiamo e non riusciamo a spiegarlo mai con le parole, ah ineffabile essere!

Allora forse riusciremo a farlo sentire con quella parte di noi che non parla, non scrive, non analizza, ma semplicemente è.

Non importa che tu non sappia che sono al tuo fianco, so per certo che più volte mi confonderai con il tuo nemico, ma io continuerò a seguirti molto da vicino, perché non posso abbandonarti, come tu non potrai farlo con me, e quando mi riconoscerai, allora io ti riconoscerò, e sarà tempo di creazione infinita, di contemplazione di un Noi, della manifestazione di tutto quello che verrà dopo di noi.

Tu non hai ancora un nome, ma sei, tu non mi conosci davvero, ma nessuno dei due si conosce del tutto, fino a quando non attraversa la morte in vita, d'altra parte abbiamo permesso a tanti intrusi di vivere la nostra vita, intrusi che amano vederci essere bocciati a scuola, e così ripetiamo il corso.

Forse inorridisci al solo pensiero che io possa sfiorare le tue forti corazze, non sia mai che anche tu riesca a trovare uno specchio da lucidare con cura, ma niente paura, io sfioro solo me, osservando le altre me, attraverso te.

Non è così brutta la selva, se sai che può sparire quando lo vorremo, dicono che basta chiedere, e ci verrà dato.

A noi il tempo, e che verità porti libertà!

Lady Vitriol